Cinque Regole per gli Antiberlusconiani

20Lug08

Dal blog “Anti-Zanzara”, cinque semplici regole che tutti gli antiberlusconiani dovrebbero seguire, a meno che non vogliano suscitare moti di riso in coloro tra i loro interlocutori che non odiano Silvio con tutto il cuore:

1) Berlusconi è del tutto legittimato a governare, avendo avuto il consenso dell’elettorato. In nessun articolo della Costituzione, né in alcuna legge dello Stato, si dice qualcosa di diverso.

2) Gli elettori che, in maggioranza, hanno votato per Berlusconi non sono né stupidi, ne ignoranti, né sono moralmente inferiori. Se hanno ritenuto che Berlusconi può governare, nonostante il conflitto d’interessi e le beghe giudiziarie, così sia.

3) I magistrati non sono robot imparziali, né sono angeli vendicatori ispirati da Dio. Sono uomini che possono sbagliare o agire secondo condizionamenti consci o inconsci. Anche ipotizzando che Berlusconi abbia davvero violato la legge e meriti di essere processato, rimane il fatto il sistema giustizia in Italia fa acqua da tutte le parti e va profondamente riformato.

4) Il conflitto di interessi esiste, è innegabile, ma in una società di mercato e liberale esso è solo un elemento laterale che non pregiudica realmente l’esercizio della democrazia. Il fatto che Berlusconi possieda tre dei sette grandi network televisivi nazionali, e che di altri tre, da capo del governo, possa avere potenzialmente il controllo, non implica un monopolio assoluto dell’informazione. Esistono anche i giornali cartacei, internet, La7, Sky, Radio 24, ecc.

5) La Verità con la V maiuscola è una chimera, un mito irraggiungibile che non esiste. E se anche esistesse, la Verità non andrebbe cercata sulle pagine dei libri di Travaglio o su quelle della Repubblica, o dell’Unità o dell’Espresso. Semmai sul Riformista.

Aggiungo una regola io

6) Esiste una cosa chiamata umorismo. Il riferimento precedente a “Il Riformista”, per esempio…



4 Responses to “Cinque Regole per gli Antiberlusconiani”

  1. 1 massimo

    una piccola chiosa al punto 3).

    Berlusconi é stato finora sottoposto ad una dozzina di procedimenti giudiziari, finora con esito negativo.

    Una certa insofferenza, anche se inammissibile sul piano istituzionale, é comprensibile sul piano umano.

  2. Cinque regole + una azzeccatissime.
    Bravo

  3. 3 vincenzo

    Al cittadino che combatte con il problema della spesa e il crescere della rata del mutuo chiede ai governo di proteggerlo . Come: mandando la finanza ai mercati generali , obbligando le banche a svincolare i mutui a tasso variabile dall’EURIBOR e legarlo solo a quello definito dalla BCE. Cosi’ ridai fiato ai consumi perche i MIGLIORI spenditori sono i pensionati e le famiglie con vantaggio dello stato (iva) e delle imprese . Grazie

  4. 4 xino70

    Tutto giusto anche se ovviamente anche se ovviamente sono solo una parte della storia, ma non condivido assolutamente il bilanciare il controllo di gran parte della tv con la parziale libertà di rete e giornali.
    Le voci d’opposizione non sono zittite ma certo faticano ad arrivare in certe fasce della popolazione.
    Tolto il conflitto d’interessi sarebbe certo più facile digerire gli altri punti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: