Solidarieta’ a Giuliano Ferrara

03Apr08

La madre degli idioti e’ sempre incinta. Ecco un migliaio dei suoi figli regalare il marchio di “vittima dell’intolleranza” a Giuliano Ferrara.

Cosa si ottiene a non farlo parlare a suon di bottiglie, sedie e pomodori? In generale, che c’e’ di male a far parlare chiunque su un qualunque argomento?

L’unica cosa certa e’ che il confronto democratico, in Italia, e’ stato abortito tempo fa: specie da chi dice di volerlo difendere.



9 Responses to “Solidarieta’ a Giuliano Ferrara”

  1. 1 Heli

    Ferrara, sei uno stronzo ! Sei il perfetto esempio, perche ci serve l´aborto !!!

  2. 1,001, evidentemente

  3. 3 posturanismo

    e chi mi dice che non c’è un intolleranza contraria? Adesso va di moda essere contrari ad ogni forma di protesta. Prima quella del Papa a La Sapienza ora quella di Giuliano Ferrara. I giudizi vengono dati sulle immagini viste. Uova e pomodori i materiali usati. Nè sedie, nè pietre (come ha affermato il tg1). In quella piazza a Bologna c’è stato quello che manca agli incontri in teatro che il Ferrara organizza in giro per l’Italia dove il contraddittorio non è ammesso e soprattutto non sono le DONNE a parlare di loro, e del dramma dell’aborto.

    Sono di Sinistra, non sono a favore dell’aborto, nessuno lo è. Siamo semplicemente a favore della libertà di scelta delle donne. Chi non vuole abortire non lo farà, chi abortisce ha certamente motivi validi per farlo perchè non è piacevole.

    Ferrara non tiene conto di questi casi e si limita a gridare che le donne sono delle assassine quando lui in giovinezza ha portato ben 3 sue ex-compagne ad abortire.

    Non sfiora l’idea che Ferrara stia strumentalizzando un tema così delicato per arrivare in Parlamento e soddisfare il suo ego ipernarcisista?

    No so se rappresento il 1002 idiota per te.

  4. certo, “acca’ nisciuno e’ fesso”. e’ campagna elettorale, chissa’ quante mamme di candidati sarebbero vendute se cio’ servisse a qualcosa

    il fotografo era pronto li’, e la presenza dei “centri sociali” prevista e chiara anche prima dell’ascesa sul palco del Nostro. La scena del pomodoro tirato indietro e’ magistrale.

    Ma tutto cio’ non rimarra’: il ricordo sara’ di uno che voleva dire le sue sciocchezze, e ha vinto la pubblicita’ gratis sui giornali grazie ai soliti mille idioti. Un’altra tegola (piccola, ma un’altra) contro il diritto di abortire

  5. 5 posturanismo

    ma perchè devono essere considerati idioti? questo non capisco…chi protesta lo è?

  6. 6 Werth

    non si ottiene nulla a tirargli pomodori,
    ma qualcuno di voi si ricorda quando lui
    fece una scenetta ove
    TIRAVA POMODORI alla sua tv mentre andava in onda Benigni?
    Giuliano Ferrara prendeva a pomodori un grande come Benigni…
    cosa c’è di male ora a tirargli qualche bel pomodorino sfatto? 🙂
    ciao

  7. Sono favorevolissimo a che ciascuno abbia la liberta’ di tirare pomodori alla propria televisione

  8. Per posturanismo: chi protesta contro Ferrara in una maniera che gli fa ottenere spazi televisivi e stampati gratis, un profilo molto elevato nonostante gli altri partiti se ne stiano ben lontani, e l’onore di diventare vittima, e’ un idiota. Come pensare altrimenti?

  9. 9 Carlo Asili

    Ferrara non merita altro che una bella salva di sonore pernacchie, o meglio ancora di pernacchi alla napoletana: ci si diverte molto di più e lui non può fare la vittima, che è il colmo per uno come lui, abituato a cambiar bandiera a seconda di quello che gli conviene.

    A Ferra’, senti questa: PRRRRRRR!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: