Film Anti-Corano? La Liberta’ di Parola Non C’Entra Niente

29Mar08

Cosa dire riguardo Fitna, il film “anti-Corano” del deputato olandese di estrema destra Gert Wilders che sta avendo i suoi cinque minuti di fama in questi giorni?

Prima di tutto, la liberta’ di parola non significa andarsele a cercare: anzi, come e’ stato gia’ scritto, la “polemica per la polemica” e’ solo segno di conformismo.

Io difendo Rushdie quindi (il quale scrive letteratura, per poi scoprire di aver offeso), ma del film Fitna (che e’ nato all’unico scopo di offendere) non me ne importa un tubo.

D’altronde e’ storicamente accertato che mentre Cristiani ed Ebrei hanno potuto prosperare in stati islamici, non si puo’ certo dire il contrario (anzi! figuriamoci, lo stesso genocidio degli armeni e’ posteriore alla de-islamizzazione dello stato ottomano). Il Corano parla chiaro:

2,62: In verità coloro che credono, siano essi giudei, nazareni o sabei, tutti coloro che credono in Allah e nell’Ultimo Giorno e compiono il bene riceveran no il compenso presso il loro Signore. Non avranno nulla da temere e non saranno afflitti.

5,69: Coloro che credono, i Giudei, i Sabei o i Nazareni e chiunque creda in Allah e nell’Ultimo Giorno e compia il bene, non avranno niente da temere e non saranno afflitti.

22,17: E certamente, nel Giorno della Resurrezione, Allah giudicherà tra coloro che hanno creduto, i giudei, i sabei, i cristiani, i magi e coloro che attribuiscono associati ad Allah. In verità Allah è testimone di ogni cosa.

Al contrario, per esempio l’assoluta esclusivita’ cattolica (secondo la quale, almeno fino al Concilio Vaticano II, nessuno ma proprio nessuno non-cattolico avrebbe potuto salvarsi) ha portato a una incredibile quantita’ di eccidi. Curioso, a questo proposito, il testo coranico, che oserei dire ecumenico:

2,135: Dicono: “Siate giudei o nazareni, sarete sulla retta via”. Di’: “[Seguiamo] piuttosto la religione di Abramo, che era puro credente e non associatore.
2,136: Dite:”Crediamo in Allah e in quello che è stato fatto scendere su di noi e in quello che è stato fatto scendere su Abramo, Ismaele, Isacco, Giacobbe e sulle Tribù, e in quello che è stato dato a Mosè e a Gesù e in tutto quello che è stato dato ai Profeti da parte del loro Signore, non facciamo differenza alcuna tra di loro e a Lui siamo sottomessi”.
2,137: Se crederanno nelle stesse cose in cui voi avete creduto, saranno sulla retta via; se invece volgeranno le spalle, saranno nell’eresia. Ma Allah ti basterà contro di loro. Egli è Colui che tutto ascolta e conosce.
2,138: Questa è la tintura di Allah! Chi mai può tingere meglio che Allah? Noi Lo adoriamo.
2,139: Di’: “Volete polemizzare con noi a proposito di Allah, Che è il nostro e vostro Signore? A noi le nostre opere e a voi le vostre! Noi ci diamo solo a Lui.
2,140: Vorreste forse sostenere che Abramo e Ismaele e Isacco e Giacobbe e le Tribù erano giudaizzati o nazareni?”. Di’: “Ne sapete forse più di Allah?”. Chi è peggior empio di chi nasconde qualcosa che ha ricevuto da Allah? Ma Allah non è incurante di quello che fate.

A chiunque parli quindi di islam come una forma di “fascismo” posso quindi dire che lo puo’ anche scrivere sulla Luna, ma l’unica cosa che dimostrera’ e’ che non si e’ informato. E magari, che non si vuole informare.



4 Responses to “Film Anti-Corano? La Liberta’ di Parola Non C’Entra Niente”

  1. 1 Massimo

    Veramente l’ecidio degli Armeni é avvenuto nel 1915, quando c’era ancora il Califfato e pertanto il capo dello stato ottomano era ancora la guida spirituale dei fedeli e governama in nome di dio.

    Quanto al parragone fra cattolicesiomo e islam, da tempo le cose non sono più come lei le descrive: oggi numerose comunità musulmane prosperano in occidente, mentre la sicurezza dei cristiani d’oriente é alquanto precaria.

    Infine il film. Puo’ piacere o meno e puo’ essere più o meno attendibile. Ma quando Aldomovar ha diretto “la mala education”, Mullan “The Magdalene Sisters”, Howard “il codice da Vinci” etc. alcuni cattolici si sono offesi e li hanno criticati, ma i film non sono stati proibiti, i registi non sono stati minacciati di morte, non ci sono stati disordini con violenze e morti.

    E cosa accadrebbe se domani Piergiorgio Odifreddi scrivesse “Perché non possiamo essere musulmani (e meno che mai sciiti…).

    In conclusione negli ultimo 500 anni tanti il cattolicesimo che l’Islam sono cambiati; ma il cambiamento non é andato nella stessa direzione.

  2. Allora una risposta alla volta..

    (a) Il genocidio degli Armeni e’ avvenuto dopo la prima modernizzazione ottomana, quando i giuristi islamici erano stati messi da parte

    (b) Se oggi ci sono gruppi di musulmani che “prosperano” in occidente, non e’ certo per merito degli occidentali che un giorno si’ e l’altro pure tremano al pensiero che ci sia fra loro qualcuno di “diverso”

    (c) Ripeto che l’espressione artistica va ovviamente difesa. Ma quando si intitola per esempio una mostra “La Madonna piange sp..” allora vuol dire che l’offesa e’ intenzionale, e l’unico messaggio: ci sono cosi’ tanti casi di attentati alla liberta’ di parola, e io non ho voglia di difendere chi vuole, anzi cerca la lotta (e la censura). Quindi nell’ipotetico caso di Odifreddi, una cosa sarebbe difendere un libro ragionato, un’altra trovarsi del ciarpame incollato all’unico scopo di offendere.

  3. 3 Massimo

    a) Mi risulta che la secolarizzazione della Turchia sia avvenuta solo con Ataturk, nel 1923

    b) La risposta non mi é chiara.

    c) Non mi risultano minacce di morte siano state proferite nei confronti degli organizzatori della controversa mostra. Il comune di Bologna si é limitato a ritirare il patrocinio. Quanto al molto ipotetico libro di Odifreddi, quand’anche si trattasse di ciarpame, la sua libertà andrebbe comunque tutelata.

    C’é da notare che l’Islam non é solo una religione, ma contiene anche un modello di organizzazione della società. Allo stesso modo Maometto non é stato solo un profeta ed una guida spirituale ma anche un capo politico e militare: guidava eserciti in battaglia e stipulava trattati di pace, amministrava la giustizia, emanava leggi, imponeva tasse etc.

    Pertanto l’opera di Geert Wilders deve considerarsi una legittima posizione politica, più che un attacco ad una religione. Dire che i musulmani sono fascisti é un po’ come dire che GWBush é fascista. Foese é sbagliato, forse no, ma si tratta di un’opinione come tante.

  4. (a) La legge ottomana e’ stata sganciata dalla Sharia (e’ stata codificata, e quindi “modernizzata”) prima della fine dell’Impero

    (b) Abbiamo secoli di storia passata di intolleranza feroce, “pogroms”, evangelizzazione a suon di cannoni, etc etc fino alla Shoah. Tutta roba europea (Cristiana). Dove sono tutti questi segni di cambiamento, adesso, non lo so, perche’ se 100 anni fa si parlava di “questione ebraica” adesso e’ di moda parlare dell’Islam come un problema “in se'”

    (c) Ognuno difenda la liberta’ di espressione che preferisce. E’ mia opinione che anche il ciarpame vada difeso: ma non vale la pena agitarsi per difendere il ciarpame scritto solo per “fare casino”. Chi vuole dica pure che “i musulmani sono fascisti”: ma se lo dice solo per suscitare reazioni fra i musulmani, non muovero’ un dito per aiutarlo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: