Lezione al Mondo dall’Unione (Europea) di Stati Altrimenti Poco Importanti

23Gen08

Scrivevo alcuni mesi fa: “Se la UE riuscira’ davvero ad accomodare in maniera razionale tanti Paesi con una tal varieta’ di esperienze, desideri e preoccupazioni […] trasformandosi in una specie di nuove, spontanee Nazioni Unite […] diventera’ allora il primo regalo all’Umanità da parte di un’Europa risorta piu’ pacifica.”

E infatti, ecco un articolo dall’International Herald Tribune del 22 gennaio 2008, a firma Stephen Castle: “Emulando la UE, alcuni Paesi uniscono le loro forze per avere una voce potente e non dispersa“:

“il tentativo dell’Europa di far convinvere 27 disparate nazioni in un blocco viene imitato nel mondo, dall’Asia all’Africa, con i vari Paesi a sperimentare nuovi modi di aumentare la loro capacita’ di influenza. [… ]

l’esperimento europeo di integrazione viene copiato con maggior successo dall’Associazione delle Nazioni Asiatiche Sudorientali ASEAN [con l’obiettivo di] un mercato unico entro 2015.

Anche l’Unione Africana, concepita nel 1999, anche più grande e men pratica con 53 membri, ha preso in prestito strutture della UE, compresa il suo apparato burocratico più influente, modellato sulla Commissione Europea e conosciuto come la Commissione dell’Unione Africana. Il sogno dell’America latina e’ avere qualcosa come l’UE [… ] ”

Ci sono alcune osservazioni nell’articolo secondo cui una struttura centralizzata dell’Unione sarebbe necessaria per realizzare l’obiettivo del “pensiero continentale”.

Non sono d’accordo: quello che e’ importante, è che tutti i membri della UE (e dell’AU e dell’ASEAN) realizzino che ciascuno di loro è troppo piccolo per avere alcuna importanza a confronto delle Potenze, gli USA, la Russia, la Cina, l’India, forse anche il Giappone.

La cooperazione allora sarà una conseguenza naturale di quella realizzazione, senza alcun’esigenza di coercizione.

Anzi, quella è la ragione principale che fa restare i Britannici ancora riluttanti ad entrare completamente nell’Unione, mentalmente e non solo formalmente: perché quello significherà accettare che i giorni dell’impero sono realmente una cosa del passato.



One Response to “Lezione al Mondo dall’Unione (Europea) di Stati Altrimenti Poco Importanti”


  1. 1 Lezione al Mondo dall’Unione (Europea) di Stati Poco Importanti « Maurizio Morabito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: