Linee Guida per una Scienza Libera

21Ago07

Mentre la debacle sul riscaldamento globale causato da CO2 e’ pronta a esplodere, in settimane se non in mesi, e’ interessante andare a vedere cosa suggeriscono due autorevoli scienziati dalle pagine de Le Scienze/American Scientist, sulla base della loro esperienza nel trovarsi di fronte una comunita’ scientifica sostanzialmente chiusa a ogni risultato che andasse contrario al “consenso”.

L’articolo originale e’: Ronald K. Chesser e Robert J. Baker, Crescere con Chernobyl, Le Scienze, maggio 2007, n.465 (qui il testo in inglese)

Ecco la ricetta di Chesser e Baker per una Scienza piu’ libera dalle mode del momento (commenti in corsivo):

  • Ricuperare attendibilita’: aborrire ogni influenza della politica nella scienza, identificare per meglio difendersi dai preconcetti, e migliorare tutte le procedure che usino standard troppo permissivi
  • Stabilire (appunto!) standard molto severi, e riconoscere ed eliminare tutti i fattori che possono minare il rigore scientifico
    • Archiviare tutto per permettere sempre la replicazione
    • Lavorare in “doppio cieco”, in modo che chi rilevi i dati non sia tentato di “trovare cio’ che sta cercando”
    • Chiarire molto bene la provenienza di ogni campione
    • Riportare risultati negativi (succede su pochissime riviste scientifiche)
  • Lavorare rendendosi conto del fatto che belle teorie sono distrutte da fatti sgradevoli
  • Ricordarsi che spesso un vero progresso richiede un cambio di prospettiva
  • Non dimenticare la Storia, per non ripetere gli errori degli scienziati passati
  • Mantenere una certa umilta’ (per ascoltare il mondo invece che cercare di imporsi)
  • Cercare di avere un unico obiettivo: la verita’
  • Pretendere che risultati straordinari siano accompagnati prove straordinarie
  • Non pensare che basti avere una buona idea per attirare finanziamenti (e viceversa, che cio’ che attira finanziamenti siano le buone idee)
  • Prepararsi a essere scomodi e impopolari

Chesser e Baker (secondo i quali la zona intorno a Chernobyl non e’ poi cosi’ malaccio, anzi e’ un paradiso per ogni specie di animali visto che non ci sono esseri umani) non sono certo il Vangelo e non hanno detto l’ultima parola riguardo gli effetti positivi e negativi di quell’incidente nucleare. Proprio alcuni giorni fa e’ uscito uno studio che sembra smentire i loro risultati.

Ma non e’ quello il punto: l’importante e’ imparare, da Chernobyl e dalle facilonerie sul riscaldamento globale da anidride carbonica, che il metodo della scienza va difeso contro ogni “consenso” forzato.

Altrimenti torniamo al periodo pre-galileiano, quando gli “scienziati” studiavano la natura sui libri di Aristotele.



No Responses Yet to “Linee Guida per una Scienza Libera”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: