Liberare, non sterilizzare

02Mar07

E’ cosa nota che indipendentemente dalla cultura e dalla religione (e in una certa misura, dalle politiche e dalla propaganda a sostegno della natalita’), il numero di bambini diminuisce con:

  1. L’aumentare della liberta’ femminile di imparare, pensare e agire
  2. Paradossalmente, il diminuire della mortalita’ infantile sotto i cinque anni (quando e’ soprattutto causata da malattie)

Con il senno di poi tutto cio’ e’ completamente sensato.

Ci sono tanti posti dove ogni donna e’ sostanzialmente eliminata dal gioco della vita: come dice Nicholas Kristof sul NYT prendendo in prestito il linguaggio del baseball, perche’ vittima dei “3 strike”: “poor, rural and female” (povera, rurale, e femmina).

Il loro unico scopo e’ fare bambini, che magari diventeranno fonte di gioia e soddisfazione, a meno che non muoiano. E visto che ne muoiono tanti, bisogna farne tanti di piu’, altrimenti l’esistenza stessa e’ priva di senso.

Infatti quando non possono fare figli, come nel caso di fistola ostetrica, vengono letteralmente messe da parte.

=========

Quindi poche storie su sterilizzazioni a pagamento, natura in pericolo e “tempo di emergenza”: se sono preoccupati della sovrappopolazione, che mandino le bambine a scuola, permettano loro di avere una carriera e una vita come una persona (leggi uomo) qualunque, e spendano i loro soldi in vaccinazioni e igiene pubblica e privata.

Il resto sono giochetti da Risiko.



3 Responses to “Liberare, non sterilizzare”

  1. 1 VoxNova

    Innanzi tutto, buonasera. Tutto bene? Mi auguro di sì.
    Passando alla sostanza del tuo discorso, devo ammettere che il ragionamento così posto non fà una piega e segue una logica semplice quanto veritiera. Quindi hai individuato gli obbiettivi da porsi proprio sulla base della stessa. Resta da imbastire la linea politica per avviare questo processo e credo che non sia affatto facile, anche perchè non sono pochi gli interessi dietro a questo discorso. Troveremo questa linea e chi la spingerà con forza? Spero di sì, anche in virtù del fatto che le soluzioni lungimiranti come la tua sono le uniche vere vie d’uscita. Personalmente, rispetto quanto hai detto, tanto di cappello. Alla prossima e ogni bene.

  2. Grazie carissimo.

    A me piace essere ottimista. Piu’ che di interventi pesanti c’e’ bisogno di incoraggiamento. E di comunicazione.

    Magari ci sara’ da tener duro nei periodi in cui tutto sembrera’ andare a catafascio

  3. Qual’è la causa della sovrappopolazione?

    Mentre alla fine del secolo scorso si riteneva che la causa principale della sovrappopolazione fosse il progressivo arricchimento dei popoli e perciò si dovessero lasciare interi popoli e continenti nella miseria più nera, oggi si sa con certezza assoluta che bisogna invece aiutarli ad uscire dalla povertà nel più breve tempo possibile.

    I popoli ricchi hanno ormai raggiunto un equilibrio tra natalità e mortalità, invece i popoli più poveri sono ancora in pieno boom demografico.

    Se si eliminasse la povertà per il 2010, nel medio-lungo periodo, la popolazione si stabilizzerebbe sui 6 miliardi, se venisse eliminata per il 2015 sui 9 miliardi, per il 2020 sui 15 miliardi.

    Ma non è difficile capire che se già attualmente, che siamo sui 6 miliardi, siamo crollati in una situazione molto simile ad una guerra mondiale per l’accaparramento delle risorse, con una ulteriore crescita di circa 100 milioni di abitanti all’anno, verso il 2012-2013, quando raggiungeremo i 7 miliardi e mezzo, sorgeranno via via sempre nuovi conflitti e valicheremo senza neanche più rendercene conto il punto di non ritorno.

    CERCA DI RAGIONARE

    E’ UN COMPLOTTO GLOBALE PER ELIMINARE OLTRE 3 MILIARDI DI PERSONE

    NON VOGLIONO ELIMINARE LA POVERTA’ E QUINDI PER RIDURRE LA POPOLAZIONE STANNO OPERANDO SELEZIONE RAZZIALE

    SE HAI CAPITO CHI S0NO E NON CE LA FACCIO IO, SE NON SEI DEI LORO NON POTRAI MAI FARCELA

    non riuscirai mai a sfondare, ad avere un lavoro fisso a dimostrare la tua bravura

    fai come me

    fai una tua loggia autonoma demassonificata

    vogliono sfiancarti, renderti impotente, incapace di reagire, frustrarti, farti sentire inutile

    FANNO IL CONTRARIO DI QUELLO CHE DICONO

    Se non sai che obiettivi darti prova a dare un’occhiata alla mia pianificazione trentennale e poi fattene una tua

    fai un tuo comitato autonomo e una tua pianificazione

    http://
    fondo-investimento-etico.blog.kataweb.it/il_mio_weblog/2007/05/la_pianificazio.html


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: