Inesattezza sul National Geographic Magazine

20Giu06

La National Geographic Society ha appena riconosciuto via e-mail un error che ho trovato su uno degli articoli pubblicati sul loro famoso Magazine

L'articolo è "Last Days of the Ice Hunters", di Gretel Ehrlich, pubblicato nell'edizione originale nel mese di gennaio del 2006

La Ehrlich scrive: "[…] Mentre la luce sbiadisce intorno alle 23, ci dirigiamo verso la costa [… ] A circa mezzanotte il Sole è una palla rossa all'orizzonte. Mentre l'oscurita' avanza, la temperatura scende a -40°C. La notte sarà breve – in alcune ore il Sole sorgera' di nuovo[… ] "

In realta', dal contesto dell'articolo sappiamo che quanto descritto sopra è accaduto il 19 o 20 Marzo di ("[…] 21 Marzo, equinozio primaverile e nostro quarto giorno sul mare ghiacciato [… ]"): così vicino all'equinozio, quando come ben sappiamo ci sono 12 ore di luce e 12 ore di buio sull'intero globo (Groenlandia inclusa).

Ciò mette in dubbio il Sole "palla rossa all'orizzonte a mezzanotte" riportato nell'articolo

———–

Per verificare la situazione, ho utilizzato il sito del Dipartimento di Applicazioni Astronomiche dell'Osservatorio Navale USA, che può essere utilizzato in linea a partire da Weatherimages.org

Ho usato come posizione per Qaanaaq (la città da dove scriveva la Ehrlich) Longitudine Ovest 69° 00min, Latitudine Nord 77° 40min

Ho supposto inoltre che Qaanaaq, come il resto della Groenlandia, usa GMT-2 come fuso orario

Questi i risultati:

Sabato 19 Marzo 2005         GMT – 2h
Inizio crepuscolo civile 06:56
Sorgere del Sole 08:36
Transito solare al meridiano 14:44
Tramonto 20:55
Fine crepuscolo civile 22:38

Domenica 20 Marzo 2005         GMT – 2h
Inizio crepuscolo civile 06:39
Sorgere del Sole 08:21
Transito solare al meridiano 14:35
Tramonto 20:54
Fine crepuscolo civile 22:38

Venerdi' 19 Marzo 2004         GMT – 2h
Inizio crepuscolo civile 06:46
Sorgere del Sole 08:26
Transito solare al meridiano 14:36
Tramonto 20:49
Fine crepuscolo civile 22:32

Sabato 20 Marzo 2004         GMT – 2h
Inizio crepuscolo civile 06:37
Sorgere del Sole 08:19
Transito solare al meridiano 14:35
Tramonto 20:56
Inizio crepuscolo civile 22:40

Da quanto riportato si capisce che, contrariamente a quanto segnalato dalla Ehrlich:

  1. La luce si è sbiadita di conseguenza ai livelli di sotto-penombra fra 20 e 30 minuti prima delle 23
  2. Quindi, circa a mezzanotte il Sole non era visibile, invece di essere "una palla rossa all'orizzonte"
  3. Le notti non erano brevi (duravano fra 11h20m e 11h40m)

E' da notare che circostanze come segnalate dalla Ehrlich possono essere sperimentate in Qaanaaq intorno al 12 aprile

Lunedi' 12 Aprile 2004         GMT – 2h
Sorgere del Sole 05:03
Transito solare al meridiano 14:29
Tramonto 00:04 il giorno dopo

E non e' un problema di fuso orario. Con il Sole che transita alle 14:30, l'orologio a Qaanaaq e' gia' 2 ore in avanti rispetto al tempo solare locale

Ricapitolando, Ms.Ehrlich ha segnalato in modo errato di aver visto un tramonto molto più tardi di quando è accaduto

Ciò sarebbe un incidente secondario in tutte le riviste a parte National Geographic. Ma visto che si presume che quella pubblicazione riporti effettivamente cio' che accade nel mondo cosi' come accade, uno puo' solo sperare che i loro processi editoriali siano migliorati per evitare errori elementari come quello qui sopra



No Responses Yet to “Inesattezza sul National Geographic Magazine”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: